È uscito “INSERT COIN, VOL. 3” il nuovo album di Joe Natta dedicato ai videogiochi arcade anni ’80!

È appena uscito “Insert Coin, Vol. 3”, il nuovo album di Joe Natta dedicato interamente ai videogiochi arcade anni ‘80 👾

Qua sotto trovate il videoclip della canzone “Signora Pac-Man”, dedicata al videogioco “Ms Pac-Man”, primo singolo estratto dall’album! 🎵

L’album è disponibile sui principali stores digitali e in streaming gratuito su YouTube 🕹

Playlist YouTube dell’album: https://youtube.com/playlist?list=OLAK5uy_nFtvgCoinTdCgr_-66CILXVCJT91MmpFA

Buon ascolto 🎉🤗

Per tutte le 8/16 bit console

Collegare una conse a 8 e 16 bit seppur provvista del Rgb non è sempre possibile le TV e mo it attuali come porta d’ingresso ( input Device) ormai hanno solo Hdmi, l’unica soluzione poco costosa senza modificare la console e questo convertitore spesso in offerta su amazon.

Av2hdmi da cercare

Retroarch su fire stick tv

Il mondo del multimedia diventa semplice grazie ad Amazon e alle sue chiavette fire stick, ne esistono di diverse versioni e spesso in offerta, diciamo che la versione base con i comandi TV ma non in 4k, in fullhd va benissimo e di norma costa meno di 24 euro, in offerta sui 19, la versione lite non mi piace pervia dei comandi sul telecomando assenti ( volume e spegnimento assenti) la versione 4k solo se avete una TV e fibra, altrimenti prendete la versione normale in fullhd.

Veniamo a noi questa chiavetta e un buon prodotto con Android personalizzato da amazon e con qualche accorgimento possiamo giocarci ai Nostri amati retro giochi.

Sul tubo e presente una video guida per installare l’ottimo emulatore retroarch, tutto funziona in modo decente. ( diciamo per qualche partita senza troppe pretese).

E semplice in pochi passaggi

Retron

Nel 2022 collegare una console di giochi degli anni 80/90 non è semplice complice il fatto che le attuali tv siano quasi tutte Hdmi e la presa scart nonché i Plug RCA potrebbero non essere presenti senza parlare delle vecchie consolle anni 80 con il modulatore RF..

Che fare????

Se abbiamo i giochi in cartuccia e non vogliamo per forza di cose un Raspberry ho una consolle pirata, allora potremmo optare per il Retron, esiste in molte versioni in sostanza e un Emulatore ma con le porte per le nostre cartucce.. Con uscita hdmi funziona molto bene e non costa tanto la consigliamo anche per chi ha poco spazio

Si trova spesso in offerta su ebay e Amazon..

Non solo giochi

Il modo del retro game non è solo di giochi ma anche hardware, a tal proposito vi mostro nei prossimi articoli alcune recensioni di Storiche console ( 8 bit e non), per stuzzicare il vostro interesse vi porto una piccola recensione trovata su YouTube di una Storica console ma sconosciuta a più.

Eccolo, la prima console della commodore ( un c64 ma senza tastiera).

Ghosts’n goblins (Il villaggio del mondo demoniaco)

Il videogioco horror per antonomasia è certamente Ghosts’n goblins (Titolo tradotto dal giapponese: il villaggio del mondo demoniaco).
Bellissimo quanto difficile è uno dei giochi più famosi al mondo, convertito praticamente su tutte le piattaforme domestiche.
È del 1985, uscito per la Capcom nella sua versione per Sala giochi e ne sono stati fatti 3 seguiti.
La trama vede il cavaliere medievale Arthur intento a salvare la sua fidanzata dalle grinfie di Astaroth il demone. Il gioco è a scorrimento orizzontale ma a volte anche verticale.
Arthur per affrontare i vari nemici che incontra (zombi, piante carnivore, fantasmi, pipistrelli, orchi e molti altri mostri) può usare diverse armi: lancia da cavaliere, torcia, pugnale, ascia, scudo o crocifisso.
I livelli del gioco sono 7 e sono la parte più affascinante secondo me: Ci sono un cimitero e una foresta, un palazzo di ghiaccio e un borgo infestato, una caverna, delle piattaforme fluttuanti e un ponte sospeso, un castello con la rispettiva sala del trono finale.
Una volta ucciso il mostro finale bisogna rigiocare tutti i livelli e affrontarlo di nuovo, solo così potremo liberare la fidanzata di Arthur. Un obiettivo praticamente impossibile, anche perché non è consentito “continuare” e dopo essere morti 3 volte il gioco ricomincia da capo.
Ho giocato a Ghosts ’n goblins in sala giochi e soprattutto sul mio Commodore 64, dove le musichine a 8 bit sono qualcosa di eccezionale anche oggi.
Vi lascio con la canzone che ho dedicato a questo videogioco, e soprattutto al povero cavaliere Arthur, che ogni volta che veniva colpito rimaneva… In mutande!!!
Di seguito trovate il video YouTube per ascoltare la canzone e più in basso il testo.

Canzone tratta dall’album “Insert Coin”:

BALLATA PER GHOSTS’N GOBLINS

(Testo e musica: Joe Natta)

MORTI VIVENTI
PIANTE CARNIVORE
FANTASMI, PIPISTRELLI
E ALTRI MOSTRI SPAVENTOSI

MALVAGE CREATURE
DOVRAI AFFRONTARE
PER POTER LIBERARE
LA TUA INNAMORATA

DAL DEMONIO ASTAROTH
UN ESSERE MOSTRUOSO
CHE TI STA ASPETTANDO
NELLA SALA DEL TRONO

COMBATTI ARTHUR SENZA PAURA
CONTRO IL TUO DESTINO NELLA NOTTE SCURA
COMBATTI CAVALIERE IN MEZZO A QUESTE LANDE
STANDO SEMPRE ATTENDO A NON FINIRE IN MUTANDE…

NEL VILLAGGIO STREGATO
TROVERAI UN CIMITERO
UNA FORESTA SPETTRALE
E UN PALAZZO DI GHIACCIO

UN BORGO INFESTATO
UNA CAVERNA E UN CASTELLO
CICLOPI, UNICORNI
E FAMELICI DRAGHI

C’E’ LA LUNA NEL CIELO
A ILLUMINARE LA MORTE
E LA TUA ARMATURA GRIGIA SCINTILLANTE

COMBATTI ARTHUR SENZA PAURA
CONTRO IL TUO DESTINO NELLA NOTTE SCURA
COMBATTI CAVALIERE IN MEZZO A QUESTE LANDE
STANDO SEMPRE ATTENDO A NON FINIRE IN MUTANDE…

“INSERT COIN” su Spotify: https://open.spotify.com/album/4GMCG2cnVS4HFa7RDHD38m

INSERT COIN, VOL. 3 (Data di uscita nuovo album)

È UFFICIALE!

Il 9 Settembre uscirà “Insert Coin, Vol. 3”, il nuovo concept album di Joe Natta dedicato interamente ai videogiochi arcade anni ’80.

Nel frattempo potete ascoltare i primi due album, Insert Coin 1 e 2, su tutti gli stores digitali e in streaming gratuito su YouTube

Restate sintonizzati!

Comunicazione

Come qualcuno ( spero molti in futuro) sa, stiamo facendo e diventando ( richiesta di adesione) per diventare anche un associazione culturale di intrattenimento e svago ( retrogames, retro computer, retro console). Ad oggi vi comunico che siamo in fase di Accettazione, non ci dovrebbero essere impedimenti per non diventare associazione ( se preferite Club), da segnalare che è un iniziativa aperta a tutti, senza nessuna tessera, o costo associativo.

Pertanto vi aspetto numerosi per la prossima comunicazione ( che vi informerà del avvenuta adesione associativa).

Piccoli passi, ma si arriva prima o poi.

Nell’iperspazio con Asteroids

Asteroids è un videogioco del 1979 sviluppato da Atari a tema spaziale, uno dei più famosi della storia.
Nel gioco bisogna guidare una navicella a forma di triangolo attraverso un campo di asteroidi, dove compaiono anche dei dischi volanti. Entrambi vanno distrutti, gli asteroidi spaccati in piccoli pezzi e poi disintegrati. Dal più grande al più piccolo gli asteroidi danno svariati punteggi che vanno da 20 punti a 1000 punti.
La navicella è dotata di un propulsore per muoversi e simula molto realisticamente il movimento nello spazio.
Asteroids è uno dei primi videogiochi al quale ho giocato e ogni volta che lo riprovo è sempre un piacere.
La canzone che gli ho dedicato è una delle prime che ho scritto per il progetto “Insert Coin” e regge tutta nel ritornello che fa “Quando eravamo piccoli ci voleva poco per sentirsi eroi, bastava una partita con Asteroids”. La penso ancora così nonostante siano passati più di 30 anni…
Di seguito trovate il video YouTube per ascoltare la canzone e più in basso il testo.

Canzone tratta dall’album “Insert Coin”:

NELL’IPERSPAZIO CON ASTEROIDS

(Testo e musica: Joe Natta)

LE BATTAGLIE NEL BUIO STELLARE
GLI ASTEROIDI DA DISINTEGRARE
CON LA NOSTRA ASTRONAVE SPAZIALE
OGNI PIANETA ERA UNA SFIDA EPOCALE

QUANDO ERAVAMO PICCOLI
CI VOLEVA POCO PER SENTIRSI EROI
BASTAVA UNA PARTITA CON ASTEROIDS

QUANTI NEMICI ABBIAMO AFFRONTATO
QUANTI ASTEROIDI POLVERIZZATO
CON LA NOSTRA ASTRONAVE SPAZIALE
OGNI MISSIONE ERA UNA SFIDA EPOCALE

QUANDO ERAVAMO PICCOLI
CI VOLEVA POCO PER SENTIRSI EROI
BASTAVA UNA PARTITA CON ASTEROIDS

“INSERT COIN” su Spotify: https://open.spotify.com/album/4GMCG2cnVS4HFa7RDHD38m

Gun.Smoke, ricercato vivo o morto!

Gun.smoke (scritto col punto) è uno sparatutto a scorrimento verticale di genere western. Lo pubblica Capcom nel 1985.
La trama vede lo sceriffo Billy affrontare una banda di fuorilegge sempre più cattivi e impegnativi. Bisogna superare 10 livelli caratterizzati da un boss e dalla rispettiva taglia, sempre più alta.
Gioco molto frenetico, divertente e particolarmente difficile. Bellissimo quando Billy monta a cavallo. Ci giocavo al bar della stazione del mio paese, i 3 pulsanti del cabinato sparavano rispettivamente a sinistra, al centro e a destra. Uno dei miei giochi preferiti del tempo.
Non occorre dire che per questa canzone ho creato un arrangiamento country/western. Ci vediamo nel saloon!
Di seguito trovate il video YouTube per ascoltare la canzone e più in basso il testo.

Canzone tratta dall’album “Insert Coin”:

GUN.SMOKE RICERCATO VIVO O MORTO

(Testo e musica: Joe Natta)

SGOMINERO’
LA TUA BANDA DI CRIMINALI
COMBATTERO’
PER DIFENDERE QUEGLI IDEALI

CHE TU E I TUOI “RUBAGALLINE” AVETE DISONORATO
PAGHERETE PER LA VOSTRA ARROGANZA
FINIRETE IN UNA CELLA SOLI CON LA VOSTRA IGNORANZA

FORZA BILL
SEI IL NOSTRO SCERIFFO
CORAGGIO BILL
COMBRATTI QUEL BRUTTO CEFFO
RIPORTA LA LEGGE E LA LIBERTA’
TE LO CHIEDE LA GENTE DI QUESTA CITTA’

RIPULIRO’
L’ONTA CHE HAI LASCIATO DIETRO DI TE
DIMOSTRERO’
CHE LA SPERANZA ANCORA C’E’

ANCHE SE TU E I TUOI “RUBAGALLINE” LA VOLETE OFFUSCARE
PAGHERETE PER LA VOSTRA ARROGANZA
FINIRETE IN UNA CELLA SOLI CON LA VOSTRA IGNORANZA

FORZA BILL
IL NOSTRO SALVATORE
CORAGGIO BILL
SCERIFFO SOGNATORE
RIPORTA LA PACE E LA FELICITA’
TE LO CHIEDE LA GENTE DI QUESTA CITTA’

“INSERT COIN” su Spotify: https://open.spotify.com/album/4GMCG2cnVS4HFa7RDHD38m